MI CHIAMO FRANKENSTIN

Sabato 21 novembre 2020 – ore 21:00

BIGLIETTI PRESTO DISPONIBILI

Compagnia teatrale “Piano B”

Tra scambi ritmati ed esilaranti, battute ormai divenute cult, parrucche, brevi sketch musicali e coreografati e strani accenti transilvanici, gli attori si sdoppieranno nelle loro diverse personalità sceniche.
Lo stimato dottore Frederick Frankenstein, nipote del noto barone Viktor von Frankenstein, viene convocato nel castello del nonno in Transilvania in quanto erede. Qui verrà accolto da una serie di pittoreschi abitanti, in primis i suoi assistenti, il gobbo ed irriverente Igor, l’ingenua ma sensuale Inga, la misteriosa ed inquietante governante Frau Blücher e Irina, la donna delle pulizie.
Farà visita al castello anche l’Ispettore Kemp per indagare sulle intenzioni del nuovo Frankenstein ed evitare che strani esperimenti facciano dilagare il panico in paese.
Nonostante Frederick non abbia nessuna intenzione di seguire le orme del nonno, troverà il libro segreto del barone e suo malgrado dovrà seguire quello che il suo istinto di Frankenstein gli sussurra insistentemente.
A completare il quadro troveremo altri pittoreschi personaggi come l’eremita cieco Abelardo, il popolo di Transilvania, la perfetta e virtuosa fidanzata di Frederick e ovviamente lui, la Creatura.
Colpi di scena e risate assicurate!

Continue reading →

UN GIARDINO DI ARANCI FATTO IN CASA

SABATO 8 FEBBRAIO 2020 h. 21:00

DOMENICA 9 FEBBRAIO 2020 h. 15:30

di Neil Simon

produzione Compagnia Teatrale Duprè 19

con Massimo Zoli, Stella Aiesi, Sonia Pellegrini

regia: Roberto Citelli

Hollywood.
La trascinata e monotona vita di Herb Tucker, sceneggiatore in crisi, viene improvvisamente interrotta dall’arrivo della figlia Libby, abbandonata con la madre ed il fratello sedici anni prima a New York. Libby irrompe con la sua contagiosa vitalità e con una richiesta di aiuto per entrare nel mondo del cinema.
Dopo un primo impatto fatto di discussioni alternate a tenerezze svelerà il desiderio di ritrovare il padre, che le è mancato da bambina.
Con l’aiuto di Steffy, compagna di Herb “a corrente alternata” e della Nonna “morta sei anni prima”, i due supereranno gli ostacoli iniziali e riusciranno a ritrovarsi e conoscersi. Libby sfonderà nel mondo della celluloide? Herb tornerà a scrivere una nuova sceneggiatura e finalmente a stabilire con Steffy il rapporto stabile che lei desidera?

BIGLIETTI

 

Continue reading →

IL FASCINO SOTTILE DELLA FOLLIA

Domenica 19 maggio ore 21:00

Compagnia “Il Teatro degli Oziosi”

Una famiglia napoletana allargata a figli, collaboratori e vicini di casa, nella quale convivono, tra affetti, contraddizioni e differenze culturali, diverse anime, riunite dal rito del ragù della domenica…con un interrogativo di fondo: “E’ folle chi rifiuta le logiche dell’opportunismo e sceglie di non seguire il gregge, oppure i veri pazzi sono tutti gli altri???”

BIGLIETTI

Continue reading →

OZ11

Venerdì 17 maggio ore 20:50

La Compagnia teatrale “Senza Parole” presenta “Oz11”, spettacolo teatrale in Lingua dei Segni Italiana, liberamente tratto da “Il Meraviglioso Mago di Oz” di Frank L. Baum.
Racconta l’avventura di Dorothy e dei suoi tre amici in un’epoca futuristica, alle prese con problemi attuali che toccano tutti noi: la mancanza di fiducia in sé, la paura di affrontare le avversità, l’impoverimento dei rapporti sociali e affettivi.

BIGLIETTI

Continue reading →

W VERDI

Sabato 4 maggio ore 21:00

Domenica 5 maggio ore 15:30

Compagnia di Giorgio di Salvo

Scritto e diretto da Giorgio di Salvo

Giuseppe Verdi, che passò alla storia come il più grande compositore italiano di tutti i tempi. Ma l’Italia esisteva ancora? Intrighi e cospirazioni porteranno un “semplice genio” di nome Verdi, munito solo della sua arte, a ritrovarsi dalle tranquille campagne natie a una complessa macchinazione urbana nascosta per le vie di una segreta Milano.

W Verdi é tratto da una storia vera, quella d’Italia.

BIGLIETTI

 

Continue reading →

SOGNI CLANDESTINI

Sabato 6 aprile ore 21:00

Compagnia Teatrale “Ibuka Amizero”

L’attenzione del gruppo è stato fortemente sollecitato dall’esperienza di una delle sue attrici a Lampedusa.
Prima al molo, poi al Centro di Permanenza temporanea… Diversi dubbi, diverse richieste hanno iniziato a muovere il gruppo. L’incontro con alcuni musicisti ha poi regalato l’idea di un affresco musicale che potesse accompagnare I vari passi della narrazione, studiata ed intercalata appositamente.
Sei donne, sei storie, alcune vicinissime e strazianti, altre lontane ed avvincenti, tutte vere: ecco la radice comune.
Una struttura drammaturgica comunque semplice, un percorso sonoro che si avvale di interventi raffinatissimi che portano lontano nello spazio e nel tempo…

BIGLIETTI

Continue reading →

SE DEVI DIRE UNA BUGIA DILLA GROSSA

Sabato 30 marzo ore 21:00

Domenica 31 marzo ore 15:30

La compagnia I Fuori di Rotella propone un adattamento della commedia brillante Se devi dire una bugia dilla grossa di Raymond Cooney.

L’opera ruota attorno a due ingredienti fondamentali: l’equivoco e il doppio senso, usati con grande maestria. Motore dell’intera opera è il tradimento: in un albergo sontuoso di Roma, l’onorevole Di Mitri si affida al suo segretario Mario Girini per organizzargli un incontro con la bellissima Susanna Rolandi. Un compito non facile per il povero Girini, per la presenza nello stesso albergo della signora Di Mitri, di politici puntigliosi e di camerieri curiosi. La situazione, infatti, gli sfuggirà fin da subito di mano dando via ad una concatenazione di avvenimenti divertenti, di situazioni ambigue, di scambi folli, di colpi di scena, di risate isteriche, di litigi amorosi: tutto accompagnato da tartine, ostriche e Champagne!!!

BIGLIETTI

Continue reading →

ALADDIN

Domenica 3 marzo 2019 – ore 16:00

Associazione “Cuori con le Ali”

Aladdin è un giovane briccone che vive alla giornata in quel di Agrabah. Jasmine, invece, figlia del Sultano, soffre la noia della vita di palazzo e decide di evadere per un giorno. I due si incontrano e scocca la scintilla d’amore ma il consigliere del Sovrano, Jafar, bramoso di salire al potere, ostacola in tutti i modi i due giovani: infatti una lampada magica è necessaria perché Jafar possa portare a compimento il suo piano e dato che solamente Aladdin può procurarla, compie ogni malefatta per potersene impossessare. Il Genio che abita nella lampada, però, può esaudire solamente tre desideri di chi la strofina quindi la lotta, tra bene e male, per chi sarà il fortunato “padrone” è serrata!

BIGLIETTI

Continue reading →

RESISTENZE

Venerdì 1 marzo ore 21:00

Sabato 2 marzo ore 21:00

Compagnia Teatrale OLTREUNPO’ con il patrocinio di Amnesty International Italia

ideato e diretto da Marco Oliva

scritto dalla Compagnia Teatrale Oltreunpo’

con Martino Iacchetti, Michela Marongiu, Elena Martelli, Manola Vignato

“Resistenze” è uno spettacolo teatrale che si interroga su che cosa vuol dire “resistere” oggi.

Oggi che la democrazia e i diritti sembrano garantiti, oggi che siamo così liberi, a cosa dobbiamo resistere?

A chi abbiamo delegato il nostro pensare? Qual è il ruolo di un semplice cittadino in quest’era globale?

Siamo tutti cittadini del mondo, ma abbiamo dimenticato che il mondo è fatto di centimetri di terra, di acqua, di aria. I padri della Resistenza lo sapevano bene quando, insieme alla nostra cultura e agli ideali di libertà, difendevano con la vita le nostre colline e le nostre città.

L’essere partigiani ci rimanda alle strade, alle piazze, ai luoghi di ritrovo. Oggi non si prende parte, oggi non si partecipa, oggi si condivide virtualmente da soli; tuttavia, i luoghi che abitiamo, ma che non viviamo, diventano facile preda di invasori invisibili che sfruttano ogni tipo di risorsa.

Siamo forse consapevoli che questo accade nei paesi lontani (si prendano ad esempio le ultimissime vicende dell’Honduras, dove di ecologia si muore, o della Nigeria, dove il petrolio uccide). In quei luoghi come altrove le grandi multinazionali distruggono la vita di intere comunità che, pertanto, talvolta sono costrette a migrare, perché in quelle terre inquinate e devastate non hanno possibilità di futuro e perché quel legame che univa gli abitanti all’ambiente è stato brutalmente reciso. Siamo però meno consapevoli che tutto questo accade anche qui, dove quel potere occulto sembra imporci un’unica idea di sviluppo che è sinonimo di sfruttamento, sia dell’ambiente sia dell’uomo e del suo lavoro; un lavoro che oggi è sempre più sinonimo di ricatto. Si lavora in luoghi pericolosi per la salute, e spesso vi si vive.

 Forse ci riteniamo immuni se i nostri paesaggi, i nostri mari, le nostre colline, i nostri cieli vengono danneggiati; ma quanti uomini devono morire di inquinamento prima che i nostri geni si adattino ad un ambiente malsano?

Lo spettacolo “Resistenze” vuole essere un momento di condivisione attiva, di partecipazione tra persone, per ricordarci che la libertà è un diritto, ma la libertà di fatto è una conquista che non può essere data per scontata.

Come compagnia arriviamo a questo spettacolo avendo maturato in questi ultimi anni l’esperienza di un teatro inteso come una possibilità di azione reale, oltre che di sensibilizzazione e informazione. La genesi e l’evoluzione di “Resistenze” arrivano dopo la messa in scena di due lavori precedenti: lo spettacolo “Oltrepossiamo – Tragicomica Oltrepadana”, che ha visto una partecipazione di oltre 2000 spettatori e ha sostenuto una battaglia, alla fine vinta, contro la realizzazione dell’Inceneritore di Retorbido (nell’Oltrepò pavese) e “Oltrepossiamo 2 – Una comunità che partecipa”, spettacolo che decide di aprirsi alle diverse e tante questioni ambientali urgenti.

Nel 2018 ha ottenuto il patrocinio di Amnesty International Italia con la seguente motivazione “per il coinvolgente intreccio fra storie di tempi e luoghi diversi, che ci ricorda l’importanza della memoria da tributare ai difensori dei diritti umani, ovunque nel mondo”

BIGLIETTI

 

Continue reading →

LA BANDA DOUCEMENT

Sabato 2 febbraio ore 21:00

Compagnia Teatrale Ibuka Amizero

Lo spettacolo nasce dal bisogno della compagnia di raccontare lo stile e il modo di vivere della società attuale, con tutte le sue problematiche, le sue fatiche, e la caduta dei valori che la caratterizzano. Vengono affrontati temi quali la crisi del lavoro, la disabilità, la difficoltà delle relazioni, le fatiche della famiglia, la solitudine, la corsa frenetica della vita quotidiana, … Tutte situazioni che possono riguardare ognuno di noi in un momento della propria vita. Lo spettacolo diventa quindi uno specchio in cui lo spettatore può ritrovarsi.
Il testo nasce dalla raccolta delle testimonianze di persone vicine e lontane e dalla nostra esperienza quotidiana.
“La fretta, l’ansia di prestazione, gli impegni… La chiamano efficienza o modernità … Ma si può spegnere la tecnologia e sedersi davanti alla finestra per osservare i colori dell’autunno o fermarsi davanti ad una violetta che ci avvisa della primavera? Prendiamo fiato, cambiamo passo… Fino a trovare ciascuno il nostro… Invece di sognare giornate di 30 ore, proviamo a rallentare… E a guardarci negli occhi… Viviamo in un modo e mondo veloce, ma il cervello è una macchina lenta…

Quattro attrici ci presentano la Banda Doucement, banda composta da quattro personaggi clowneschi che raccontano in modo ironico e drammatico quadri della vita quotidiana in una corsa frenetica contro il tempo.

Testo: Ibuka Amizero e Matteo Destro

Regia: Matteo Destro

Con: Monica Bonaldo, Mariaester Cassinelli, Maria Luigia Marzorati, Sara Pontiggia

BIGLIETTI

 

Continue reading →